Home
Chi siamo
Il nostro credo
Storia
Eventi
Galleria
Richiesta
Contattaci form
Dillo a un amic
Dove siamo
Link preferiti
 
Allora Pietro disse loro: Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo" 

Atti 2:38

 


La Chiesa  Evangelica Apostolica nel nome di Gesù è  composta da persone che hanno accettato Gesù Cristo come loro Unico Signore e  Salvatore, battezzandosi nel Nome di Gesù Cristo, per il perdono dei loro peccati ed hanno ricevuto lo Spirito Santo con l'evidenza iniziale del parlare in altre lingue. Essi seguono l'insegnamento del Signore Gesù Cristo come sta scritto nella Sacra Scrittura (Bibbia), e si ricollegano storicamente all'esperienza Apostolica dei primi cristiani. Ma per sapere cos'è questa esperienza Apostolica bisogna conoscere qualcosa sulle origini della chiesa primitiva scritta sul libro degli Atti degli Apostoli.

LE ORIGINI

Dopo che il Signore Gesù Cristo è risorto, circa 2000 anni fa, diede una Commissione ai suoi discepoli: "Andate dunque, e fate discepoli di tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo".Matteo 28:19 "Poi disse loro: «Andate per tutto il mondo e predicate il Vangelo a ogni creatura;  chi ha creduto ed è stato battezzato, sarà salvato; ma chi non ha creduto, sarà condannato." Marco 16:15-16

I discepoli dovevano portare avanti questa Grande Commissione, ma prima avevano bisogno di essere ben equipaggiati spiritualmente. Il Signore Gesù aveva loro promesso qualcosa in tal senso: Egli stesso, dopo la Sua passione morte e risurrezione, sarebbe ritornato a loro. Infatti, dopo aver promesso ai discepoli che un giorno sarebbe ritornato fisicamente per portarli nel Suo Regno, disse loro che sarebbe ritornato a loro spargendosi nei loro cuori, quale Spirito Santo: Ed io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Consolatore, che rimanga con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce; ma voi lo conoscete, perché dimora con voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani; tornerò a voi… ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che vi ho detto. Giovanni 14:16-18,26.

E così, dopo la sua risurrezione, e poco prima di ascendere al cielo, il Signore Gesù Cristo, "ritrovandosi assieme a loro, comandò loro che non si allontanassero da Gerusalemme, ma che aspettassero la promessa del Padre: "Che, egli disse, voi avete udito da me. Perché Giovanni battezzò con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo, fra non molti giorni…ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, in Samaria e fino all'estremità della terra". (Atti 1:4-5, 8). Nei dieci giorni successivi alla Sua Ascensione al cielo, i discepoli "perseveravano con una sola mente nella preghiera e supplica con le donne, con Maria, madre di Gesù, e con i fratelli di lui" (Atti 1:14), nell'attesa di ricevere il battesimo con lo Spirito Santo promesso dal Signore. Si adempì la promessa di Gesù? Si.

Ecco cosa accadde: Come giunse il giorno della Pentecoste, essi erano tutti riuniti con una sola mente nello stesso luogo. E all'improvviso venne dal cielo un suono come di vento impetuoso che soffia, e riempì tutta la casa dove essi sedevano. E apparvero loro delle lingue come di fuoco che si dividevano, e andarono a posarsi su ciascuno di loro. Così furono tutti ripieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, secondo che lo Spirito dava loro di esprimersi. Atti 2:1-4 Presenti a questo avvenimento c'erano persone religiose giudaiche provenienti da tante parti del mondo di allora, i quali si trovavano a Gerusalemme in occasione della festa della Pentecoste. Queste, sbalordite, chiesero ai discepoli di Gesù come mai sapessero parlare le loro lingue natie senza averle mai imparate prima. In quel occasione l'Apostolo Pietro spiegò loro che quel avvenimento era l'adempimento della promessa di Dio riportata nel libro del profeta Gioele. Pietro, continuando il suo sermone, annunciò agli astanti che Gesù era il Cristo promesso, e che lo Spirito Santo riversato sui suoi discepoli ne era la prova evidente, perché Gesù stesso aveva promesso loro il dono dello Spirito Santo. A quel punto accadde qualcosa: Or essi, udite queste cose, furono compunti nel cuore e chiesero a Pietro e agli apostoli: "Fratelli, che dobbiamo fare?" Atti 2:37

La Parola di Dio predicata dall'Apostolo Pietro fece breccia nel cuore di quelle persone religiose, consapevoli che nonostante la loro religiosità erano peccatori e bisognosi di salvezza. A quel punto, l'Apostolo Pietro annunciò in modo chiaro ed inequivocabile il Piano di Salvezza di Dio per gli uomini:

"Allora Pietro disse loro: "Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. Poiché la promessa è per voi e per i vostri figli e per tutti coloro che sono lontani, per quanti il Signore Dio nostro ne chiamerà." Atti 2:38-39

Gli Apostoli, e gli altri discepoli di Cristo Gesù, avendo ricevuto il battesimo con lo Spirito Santo, ricevettero la rigenerazione del loro cuore, potenza spirituale e quindi maggiore luce sulle cose spirituali e sulle parole dette dallo stesso Signore Gesù. Pietro e tutti gli altri, infatti, capirono che il battesimo comandato da Gesù doveva essere amministrato nel Nome di Gesù, che è il Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e che il battesimo con lo Spirito Santo era un dono necessario per tutti i credenti - " (Atti 8:12-20; Atti 10:43-48; Atti 19:1-6; Romani 6:1-4; Galati 3:27-28; Tito 3:5-7).

Da quel giorno il Vangelo della Salvezza fu predicato con potenza dagli Apostoli e da tutti gli altri discepoli e migliaia di persone ricevettero come proprio Salvatore il Signore Gesù Cristo, e Lui, fedele alla Sua promessa, donava loro lo Spirito Santo, che rigenera i cuori e dà potenza per servirLo. Questa esperienza è denominata Pentecostale, poiché ebbe inizio il giorno della Pentecoste, e coloro che fanno questa esperienza sono giustamente chiamati "pentecostali".

Successivamente, quando nel cristianesimo puro si introdusse l'apostasia (cioè l'allontanamento dalla pura fede), questa esperienza divenne meno evidente fra i cristiani, perché mal tollerata dai corrotti vertici religiosi. Ma durante i secoli è sempre esistito un popolo residuo, fedele alla Parola di Dio (secondo quella limitata luce spirituale che possedevano, perché la Bibbia era proibita possederla e leggerla nella lingua comune del popolo).

Dio, però, che è fedele alle Sue promesse, in questi ultimi tempi ha restaurato la Sua Chiesa, e i suoi doni e la sana dottrina nella Sua Chiesa. La cosiddetta "ultima pioggia" dello Spirito Santo (la prima è caduta il giorno della Pentecoste) è iniziata al principio del 1900, e da allora, fino ai nostri giorni, milioni di credenti nel Vangelo di Cristo hanno ricevuto il meraviglioso dono dello Spirito Santo. Questa è la storia moderna del popolo di Dio!


Site Map